Spedizione Gratis per ordini superiori ai 150 €
Reso facile e gratuito
Consegna in 48 ore
Il tuo carrello (0)

Non hai articoli nel carrello.

Home Shop
Vedi tutto
Vedi tutto
Vedi tutto
17/04/2019

DIETRO LE QUINTE DELLA TIRRENO-ADRIATICO: UYN CON IL TEAM GAZPROM-RUSVELO

Una grande corsa a tappe significa il massimo impegno per i ciclisti, ma anche per il loro equipaggiamento. Abbiamo seguito il team Gazprom-RusVelo durante i primi giorni della Tirreno-Adriatico (13-19 marzo) per portarvi dietro le quinte di una squadra professionistica in uno degli appuntamenti più importanti della stagione. UYN è sponsor tecnico del team russo e fornisce a ciclisti, dirigenti e staff l’abbigliamento adatto in qualsiasi circostanza. In ogni momento della giornata UYN è protagonista: in gara con i suoi prodotti high-tech e ultra performanti, in hotel e nei trasferimenti con le divise da riposo.

LA LINEA PER CICLISTI ALPHA

In collaborazione con il team Gazprom-RusVelo, UYN ha sviluppato ALPHA BIKING, la linea nata per rispondere alle esigenze di performance in ogni condizione. La collezione Alpha è l’innovazione che UYN presenta per la stagione primavera/estate 2019, presto disponibile nei negozi (cerca quello più vicino a te) e nel nostro shop online. Gli atleti del team Gazprom-RusVelo l’hanno testata e indossata in anteprima fin dalle prime gare della stagione.

La nuova collezione comprende il rivoluzionario pantaloncino Alpha Biking Bib Short, il primo realizzato combinando seamless e Lycra per un comfort straordinario e la massima libertà di movimento, la maglia Alpha Biking Shirt, ultraleggera e traspirante, e i secondi strati UYN che garantiscono la massima protezione contro pioggia e vento.

L’ATTESA DEL GRANDE APPUNTAMENTO

La Tirreno-Adriatico inizia molte ore prima. Sette di sera, i ciclisti sono riuniti in cerchio nella hall dell’hotel. Il direttore sportivo Michele Devoti spiega le caratteristiche della cronometro a squadre del giorno successivo. L’attesa cresce, la concentrazione è massima. È anche in questi momenti che serve tutta la comodità e il benessere del giusto abbigliamento. UYN c’è.

ORE 9.30: WARM UP CON L’INTIMO UYN

La mattina della prima tappa il ritmo è serrato. Fuori diluvia così il primo allenamento si svolge al coperto: mezz’ora sui rulli per attivare il metabolismo e costringere il fisico a sudare. L’intimo UYN è il compagno ideale per la capacità di assorbire il sudore e farlo evaporare rapidamente, mantenendo il clima corporeo perfetto. La maglia intima è scelta in base al grado di isolamento: quello alto fornito dalla linea NATYON, quello medio dell’intimo EVOLUTYON o il più leggero della collezione MOTYON, la novità della primavera/estate 2019 tra i base layer.

ORE 13: TUTTI PRONTI

Il bus della Gazprom-RusVelo è parcheggiato a Lido di Camaiore (Lucca). All’interno gli atleti scelgono con attenzione i capi per la ricognizione del percorso, dall’intimo ai secondi strati. La pioggia e il freddo non sono un problema quando si ha il giusto equipaggiamento.

ORE 13.15: LA RICOGNIZIONE SOTTO LA PIOGGIA

Ed ecco il trenino “Royal Blue” sfidare il meteo avverso per la ricognizione del percorso. I leg warmers di UYN proteggono le gambe e prevengono il raffreddamento, la giacca antipioggia della linea Alpha Biking è costretta agli straordinari, ma la tenuta è eccezionale. Grazie alla sua struttura idrorepellente sul davanti e traspirante sulla schiena, l’acqua non penetra e al tempo stesso il sudore viene trasportato verso l’esterno.

ORE 14.30: RULLI PRIMA DELLA CRONO

L’ultimo warm up scatta alle 14.30, un’ora prima del via della cronosquadre. Schierati davanti al bus, gli atleti pedalano sui rulli con la musica nelle orecchie. Il fisico deve raggiungere la giusta temperatura per sprigionare energia al momento opportuno. Ecco perché l’abbigliamento è fondamentale. La scelta ricade sull’intimo UYN in combinazione con la maglia Alpha Biking per protezione dal freddo e aerazione ottimali. Tutto è pronto per la sfida contro il tempo.

LA “SFILATA” DI CAMAIORE

La seconda tappa inizia a Camaiore (Lucca) con il tradizionale momento del foglio firma. Il giovane Ildar Arslanov, il campione russo Ivan Rovny e i compagni conquistano l’applauso del pubblico. UYN li accompagna nella passerella con lo stile e il design della collezione Alpha Biking, studiato per esaltare il carattere del ciclista.

ORE 11.30: PARTE LA CAMAIORE-POMARANCE

Per il secondo giorno la Tirreno-Adriatico ha in programma una giornata lunga e impegnativa: 195 km da Camaiore a Pomarance con due gran premi della montagna e arrivo in salita. Nessun dettaglio può essere trascurato, specialmente l’equipaggiamento. La maglia Alpha Biking a maniche corte offre un comfort straordinario e le migliori prestazioni. L’innovativa struttura tridimensionale T-Hexagon garantisce traspirazione o isolamento nelle aree del corpo in cui sono richiesti, il sistema Hypermotion2 elimina le cuciture nella parte superiore per la massima libertà di movimento. Gli atleti scelgono di indossare la maglia in combinazione con gli arm warmer o il gilet antivento UYN per una protezione extra, da togliere nelle fasi più concitate della gara.

IN GARA: LA LUNGA FUGA E LO SCATTO FINALE

Alpha significa performance straordinaria, come quella sviluppata da Stepan Kuriyanov già dalle prime battute di gara. Il russo riesce a entrare nella fuga con altri quattro atleti e a resistere all’inseguimento del gruppo per quasi 180 km. Significa oltre quattro ore a ritmi elevatissimi, uno “stress-test” a cui il pantaloncino Alpha Biking Bib Short di UYN risponde perfettamente. La rivoluzionaria combinazione di seamless e Lycra unita al fondello intelligente HP110, realizzato con due livelli di densità per un’ergonomia perfetta, previene ogni fastidio prodotto dallo sfregamento con la sella. Il taglio innovativo sostiene i movimenti tipici della pedalata e permette di risparmiare energie preziose.

Le stesse energie che Evgeny Shalunov può liberare nella dura parte conclusiva per conquistare la top-20 di tappa e chiudere 16° nel gruppo dei migliori.

Il team Gazprom-RusVelo alla Tirreno-Adriatico: Ildar Arslanov, Igor Boev, Nikolay Cherkasov, Stepan Kurianov, Alexander Porsev, Ivan Rovny, Evgeny Shalunov.

Direttori sportivi: Michele Devoti e Evgeny Petrov.